Dal mese di novembre 35 carabinieri sono di rinforzo al comando provinciale di Bergamo, frutto del lavoro e della programmazione realizzata nella scorsa legislatura dai governi del Partito Democratico.
Persone in carne ed ossa già trasferite al comando provinciale di Bergamo oltre un mese fa per garantire i rinforzi necessari ad un territorio in grave carenza di organico – servirebbero almeno 80 Carabinieri – e con una pianta organica datata, ferma ad oltre 25 anni fa.
La Tenenza di Zingonia è stato un impegno ed una promessa bipartisan, un intervento voluto insieme ai sindaci del territorio. Abbiamo lavorato per avere personale aggiuntivo presso la nuova Tenenza.
Se non vogliamo privare di uomini altre stazioni o caserme rilevanti per il numero di interventi che le vedono coinvolte in tutta la Provincia, serve che a Bergamo arrivino altri rinforzi dal nuovo contingente previsto anche nella legge di bilancio in fase di approvazione.
Già il Nucleo Investigativo attuale può contare su un numero insufficiente di personale – 30 Carabinieri –, in più in tutta la provincia tra la fine dell’anno e febbraio altri 15-20 Carabinieri andranno in pensione. Questa provincia merita di veder aggiornata la pianta organica del Comando Provinciale, e soprattutto di vedere il rinforzo del personale con altri uomini provenienti dalle nuove assunzioni, per consentire una riorganizzazione ed un presidio adeguato del territorio, garantito oggi dagli sforzi del Comandante, dall’Arma e da tutte le Forze dell’Ordine

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone